Che fai? Copy?

6 Giu, 2024

Il copywriter in Agenzia è colui che pensa, crea, quello che parla poco.
Quando ti guarda – anche se sta pensando: “devo avere qualcosa di incastrato tra l’incisivo e il molare, dopo vado un attimo in bagno” – tu pensi, wow chissà cosa starà elucubrando, sicuramente la campagna dell’anno!

Ma qual è il destino di un copywriter fuori dall’Agenzia?

È triste.

IL 70%

della gente non capisce ciò che fai (taluni ti chiedono spiegazioni, altri fanno finta di niente).

IL 20%

pensa che tu sia il copyright e che quindi la tua mansione sia riferita ai brevetti… e se hanno nel cassetto un trinciapollo a carica ionizzante ti chiedono dove poter andare a depositare tal geniale invenzione.

IL 10%

ti guarda con gli occhi sbarrati dicendoti: ma veramente vendi i copriwater?? Non pensavo esistesse un mestiere specifico. E che modelli hai? No perché sai, in effetti, il mio water non fa tendenza, magari potrei ornarlo.

E in famiglia?

Beh in famiglia voi siete quello che scrive. Quindi siete ignorati 340 giorni all’anno, perché non servite a nulla, non siete utili se ci sono cause legali, contenziosi con l’amministratore, case da ristrutturare, mobili da comprare…

Vi chiederete…e nei rimanenti 25 giorni?

In quei giorni voi siete l’uomo/la donna dei sogni.

Perché i 25 giorni che rimangono sono rispettivamente: il Natale, Pasqua, giorni di onomastici, giorni di compleanno, giorni di laurea, giorni di matrimonio, giorni d’ospedale, giorni di funerali e simpatici eventi come questi. E allora “tu che scrivi così bene, metti giù un bel biglietto alla zia che è stata appena operata all’anca e sta così male…tu che hai sempre la parola giusta”. Oppure “tu che fai questo di lavoro, scrivi un biglietto di condoglianze alla zia che ha appena perso il cane che aveva da 14 anni” e così via.

E non potete tirarvi indietro,
perché voi siete QUELLO CHE SCRIVE.

La meravigliosa vita dell’art director

La meravigliosa vita dell’art director

L’art director in agenzia è il figo. Se il copywriter è un povero fessacchiotto che si gingilla con le parole, l’art è lo Skywalker delle immagini. La vita dell’art è tutta un pantone o un ciano, magenta, giallo, nero, un tiff, un psd, dammi una a, dammi una erre,...

leggi tutto
Come si scrive un brief?

Come si scrive un brief?

Può sembrare una domanda scontata, ma non lo è.Nell'era in cui tutto corre e tutti corrono, si danno indicazioni al volo all'agenzia pubblicitaria e spesso il lavoro che viene restituito non centra gli obiettivi perché questi non sono stati fissati in precedenza in un...

leggi tutto
La meravigliosa vita dell’art director

La meravigliosa vita dell’art director

L’art director in agenzia è il figo. Se il copywriter è un povero fessacchiotto che si gingilla con le parole, l’art è lo Skywalker delle immagini. La vita dell’art è tutta un pantone o un ciano, magenta, giallo, nero, un tiff, un psd, dammi una a, dammi una erre,...

leggi tutto
Come si scrive un brief?

Come si scrive un brief?

Può sembrare una domanda scontata, ma non lo è.Nell'era in cui tutto corre e tutti corrono, si danno indicazioni al volo all'agenzia pubblicitaria e spesso il lavoro che viene restituito non centra gli obiettivi perché questi non sono stati fissati in precedenza in un...

leggi tutto
La meravigliosa vita dell’art director

La meravigliosa vita dell’art director

L’art director in agenzia è il figo. Se il copywriter è un povero fessacchiotto che si gingilla con le parole, l’art è lo Skywalker delle immagini. La vita dell’art è tutta un pantone o un ciano, magenta, giallo, nero, un tiff, un psd, dammi una a, dammi una erre,...

leggi tutto