Come si scrive un brief?

6 Giu, 2024

Può sembrare una domanda scontata, ma non lo è.
Nell’era in cui tutto corre e tutti corrono, si danno indicazioni al volo all’agenzia pubblicitaria e spesso il lavoro che viene restituito non centra gli obiettivi perché questi non sono stati fissati in precedenza in un documento.

Ricorda:

Il tempo che impieghi a scrivere un brief è tempo risparmiato dopo. Per te e per noi, perché ci saranno meno rework

Perché è importante il brief?

Ti diamo almeno 3 risposte:

1

Aiuta il cliente a fermarsi un attimo, a ragionare e fissare per iscritto gli obiettivi che intende raggiungere con la comunicazione. Lo porta a confrontarsi con capi e colleghi e a cercare risposte

2

Aiuta l’agenzia a capire il perimetro del lavoro e a circoscrivere la creatività, in modo da non andare “fuori tema”

3

Aiuta entrambi a confrontarsi, se eventualmente qualche punto non è chiaro

I punti fondamentali del brief:

La premessa, il contesto.

Questo è un passo fondamentale. Abbiamo bisogno di sapere qualcosa sull’azienda, sul prodotto/servizio che offri, sul mercato di riferimento, sulla storia.

Gli obiettivi.

Importantissimi!! Ci raccontano quali risultati vuoi ottenere dal lavoro. Vuoi più visibilità a livello digital? Vuoi rinnovare la comunicazione del tuo prodotto/servizio? Vuoi rifare un materiale che già possiedi, una brochure, un depliant? Vuoi fare un restyling del tuo brand? Insomma, raccontacelo!

Quali materiali.

Qui ci devi dire quale output desideri ricevere e quali saranno poi i materiali da produrre. Vuoi una campagna stampa che poi sia declinata su materiali pop? Vuoi un sito? Vuoi un ped?

Le tempistiche.

Quando ti aspetti di ricevere il lavoro.

Il budget.

Sì, dobbiamo saperlo, ma non perché siamo curiosi, semplicemente perché così proponiamo delle soluzioni che non sforino il costo che ti sei immaginato/a.

Ricordati che puoi anche tenere come base la regola delle 5W giornalistiche + il budget.

Who

A chi parliamo

What

Cosa/Chi siamo

When

La consegna

Why

gli obiettivi e i messaggi

Where

i materiali

Vuoi provare a scrivere un brief?

ti daremo un feedback!

La meravigliosa vita dell’art director

La meravigliosa vita dell’art director

L’art director in agenzia è il figo. Se il copywriter è un povero fessacchiotto che si gingilla con le parole, l’art è lo Skywalker delle immagini. La vita dell’art è tutta un pantone o un ciano, magenta, giallo, nero, un tiff, un psd, dammi una a, dammi una erre,...

leggi tutto
Che fai? Copy?

Che fai? Copy?

Il copywriter in Agenzia è colui che pensa, crea, quello che parla poco.Quando ti guarda - anche se sta pensando: “devo avere qualcosa di incastrato tra l’incisivo e il molare, dopo vado un attimo in bagno” – tu pensi, wow chissà cosa starà elucubrando, sicuramente la...

leggi tutto
La meravigliosa vita dell’art director

La meravigliosa vita dell’art director

L’art director in agenzia è il figo. Se il copywriter è un povero fessacchiotto che si gingilla con le parole, l’art è lo Skywalker delle immagini. La vita dell’art è tutta un pantone o un ciano, magenta, giallo, nero, un tiff, un psd, dammi una a, dammi una erre,...

leggi tutto
Che fai? Copy?

Che fai? Copy?

Il copywriter in Agenzia è colui che pensa, crea, quello che parla poco.Quando ti guarda - anche se sta pensando: “devo avere qualcosa di incastrato tra l’incisivo e il molare, dopo vado un attimo in bagno” – tu pensi, wow chissà cosa starà elucubrando, sicuramente la...

leggi tutto
La meravigliosa vita dell’art director

La meravigliosa vita dell’art director

L’art director in agenzia è il figo. Se il copywriter è un povero fessacchiotto che si gingilla con le parole, l’art è lo Skywalker delle immagini. La vita dell’art è tutta un pantone o un ciano, magenta, giallo, nero, un tiff, un psd, dammi una a, dammi una erre,...

leggi tutto